• Fluviale

Sesia: un’onda di emozioni “wild”

Gole, salti, scivolamenti in anse tranquille. Il fiume Sesia è un mito per gli appassionati di rafting, canoa e hydrospeed. Anche ragazzi e debuttanti possono cavalcare lo zig zag dell’acqua. L’importante è affidarsi ai centri di rafting certificati...

Pamela Pucci

Sesia: un’onda di emozioni “wild”
TRA LE ACQUE DEL SESIA

Acque turchesi e spumeggianti. Emozioni, colpi di pagaia e paesaggi che filano veloci, sull’onda del fiume, un’ansa dopo l’altra.

Scendere il Sesia in canoa o a bordo di un gommone turistico è una cavalcata che riempie di energia, spruzzi e scoperte. Come funamboli, in sella a un sogno fluido, che si muove accompagnando il viaggio. Tutto scorre e tutto cambia, in una giostra di scorci segreti e di prospettive insolite, su un angolo del vercellese punteggiato di rocce, borghi di pietra e campanili.

Il fiume Sesia, figlio esuberante del Monte Rosa, sinuoso e robusto, genera rapide dai nomi evocativi per gli appassionati: Trancia, Salom, Ubriaco, Igloo… Andando avanti si dà una calmata e fa tirare il fiato, accogliendo anche chi è al debutto nella navigazione.

Con i suoi affluenti forma uno dei comprensori canoistici più affascinanti e amati dell’arco alpino. Per avere un’idea, la discesa delle gole dei Dinelli parte dal ponte romano di Scopetta e approda a Balmuccia, tra rocce gigantesche e un letto del fiume così stretto che in alcuni tratti il gommone passa di misura tra le pareti a strapiombo delle sponde.
Si scende lontani dai paesi e dalle stradine, in una natura selvaggia fuori dal tempo e dal mondo, accompagnati solo dalla musica dell’acqua. Servono manovre precise per seguire la via tortuosa della corrente e serve l’affinità del gruppo che a colpi di pagaia si destreggia fra cascate, zig zag e scivoli d’acqua.

L’avventura è sempre sotto controllo perché il Sesia regala un’altalena di pendenze e pozze tranquille. Dalla primavera fino all’autunno i suoi percorsi diventano un rodeo di centinaia di canoe, kayak e gommoni. Sono alla portata di tutti, anche di chi non ha una preparazione specifica: basta saper nuotare e affidarsi alla guida di accompagnatori certificati FIRAFT, Federazione Italiana Rafting.

<<< GUARDA IL PERCORSO SU VACANZATTIVA GUIDE >>>

TRA LE ACQUE DEL SESIA
SESIA RAFTING

Non è un caso che qui sia nato il capitolo italiano della storia del rafting, per mano di Emanuele Bernasconi che nel 1978, a Vocca, ha fondato il primo centro facendo arrivare i gommoni da oltreoceano.

Non solo. Se l’esordio ufficiale del nostro Paese in questa disciplina risale al primo Campionato Nazionale del 1988, oggi la Valsesia vanta un’agguerrita squadra femminile di rafting, il Sesia Rafting Team di Vocca. Ragazze forti e determinate, pronte a prendersi un pezzo di cielo volando sull’acqua.

Nel 2013 hanno vinto il campionato italiano femminile FIRAFT e conquistato un secondo posto ai Mondiali in Nuova Zelanda, nel 2014 hanno dominato il campionato italiano e ottenuto un argento e un bronzo agli Europei in Slovacchia. Nel 2015 erano nella squadra italiana che ha partecipato agli Europei, classificandosi prima nello Slalom, seconda nel H2H (head to head) e terza nello sprint. Quest’anno puntano alla convocazione per il Mondiale, al via il 30 ottobre negli Emirati Arabi Uniti, su un campo di gara artificiale ricreato nel deserto.

Jasmine Zurlini Frugis, 23 anni, è una di loro: portacolori della Nazionale femminile Rafting e guida fluviale di quinto livello, il più alto, passaporto per i corsi d'acqua di tutto il mondo.

Il Sesia è straordinario. Ho incontrato questo fiume a 14 anni - racconta - quando ci sono capitata per un ritiro con la mia squadra di pallamano”. Una folgorazione che ha cambiato la sua vita, non solo sportiva, tuffandola negli orizzonti e nell’energia del fiume.

Rossa di capelli e di cuore, innamorata dell’acqua e della natura, è una che non molla mai. Non solo lotta con la maglia azzurra e guida i turisti alla scoperta del Sesia ma gira il mondo a caccia di paesaggi, brividi e medaglie. Ha gareggiato in Nuova Zelanda, ha cavalcato rapide in Indonesia, Austria, Bosnia Erzegovina, Slovenia, Repubblica Ceca. Il mondo è un mosaico di acque impetuose.

Jasmine vive a Vocca e con la buona stagione, il sabato e la domenica, lascia gli allenamenti per portare giù per il “suo” fiume i turisti che si affidano alle competenze e alla simpatia del team di guide del Sesia Rafting.

Il centro, diretto da Monica Bernasconi (figlia del pioniere Emanuele, stessa passione nel dna) propone discese in rafting, kayak, canyoning e hydrospeed, aperte a tutti, dai 12 anni in su.

Ci sono i pacchetti da cinque giorni, le escursioni giornaliere e i weekend acquatici, il percorso “mitico” del Sesia (da Balmuccia a Varallo, una cavalcata di 10 chilometri tra le onde delle rapide, tratti di acque calme e piscine naturali), le cene in baita e il campeggio alla luce delle stelle e dei falò.
E ancora, le avventure sull’hydrospeed (sorta di bob galleggiante da manovrare con il peso del corpo e l’aiuto delle pinne) o le discese in canoa, a caccia delle sorprese del torrente Sorba, uno degli affluenti del Sesia, con scivoli d’acqua, gole misteriose, discese con corda e tuffi acrobatici, come un acquafun aperto anche ai principianti.

Insomma, c’è il brivido ma in sicurezza. E ci sono anche le sfide elettrizzanti e più “estreme”, per chi sa superare le insidie di rulli e rapide turbinose.

E’ sempre bene - consiglia Jasmine - affidarsi a una scuola di rafting abilitata dalla Federazione per scendere il fiume senza brutte sorprese. In questo modo, da noi, sul Sesia, possono sperimentare le discese anche i ragazzi e i neofiti. Noi istruttori prepariamo tutti con esercizi preliminari a terra e in acqua calma, verificando attitudini e competenze. Chi si mette in acqua viene equipaggiato di muta, casco e salvagente. Poi basta seguire le indicazioni della guida e il divertimento è assicurato!”.

Lontani dalla modernità, da soli o in equipaggio, per tuffarsi nei gorghi ancestrali del fiume e anche in se stessi. Tra Jasmine e il Sesia è stato amore a prima vista. Come lei, tutti gli altri che alla parola ‘navigare’ non associano solo il Web.

 

INFO:
www.sesiarafting.it
cell. 348.0053978
www.federrafting.it

SESIA RAFTING
© RIPRODUZIONE RISERVATA

TAGS

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Sesia: un’onda di emozioni “wild” . Scrivi tu il primo commento su Sesia: un’onda di emozioni “wild”

VACANZATTIVA PORTAL

LE FIRME