• Sport e adrenalina

Il Volo dell' Angelo

Volare come uccelli, sospesi su un cavo d'acciaio a 1.000 metri d'altezza nell'incanto delle Dolomiti Lucane: è l'avventura che si può vivere in Basilicata... a 120Km/h!

Cristina Pasin

Il Volo dell' Angelo
COME ANGELI IN VOLO

Da quando l'ho scoperta ho sempre avuto il desiderio di vivere questa esperienza adrenalinica e devo dire che la realtà ha superato l'immaginazione, soprattutto perché l’ambiente in cui ci si immerge è di una bellezza assoluta. Le Dolomiti Lucane offrono scenari superbi tra conformazioni rocciose dalle forme più insolite, vallate rigogliose e paesini letteralmente abbarbicati sulle montagne. La zona è una ZSC - Zona Speciale di Conservazione per la varietà della flora e fauna, come ad esempio la cicogna nera, una specie molto rara che vive e nidifica in queste montagne.

Il Volo dell'Angelo nasce proprio per vivere il paesaggio in un modo diverso, coinvolgente e sicuramente emozionante. Quello della Basilicata è tra i più alti (si parte da 1.000 metri) e lunghi (circa 1,5 km) percorsi su cavo a livello internazionale e questo attrae molte persone, tanto che nella stagione in cui si può percorrere (da maggio a ottobre) bisogna prenotare per tempo altrimenti si rischia di non trovare posto.

Il volo è composto da due tratte distinte, una parte dal paesino di Pietrapertosa e l'altro da Castelmezzano e si può iniziare indifferentemente da uno o dall'altro, il percorso è comunque circolare grazie a un servizio navetta che riporta al punto di partenza.

COME ANGELI IN VOLO
LE DOLOMITI LUCANE

Io sono partita da Pietrapertosa, un paesino incastonato tra le pareti di una montagna, dal fascino indiscusso. Non a caso è inserito nel Club dei “Borghi più belli d'Italia”. Un luogo autentico senza tempo, dove scoprire il ritmo lento della vita di montagna, chiacchierare con le socievoli persone del posto e assaggiare le specialità tipiche lucane. Il borgo offre anche alcune notevoli attrattive come l’antico castello di origine romana, il convento di S. Francesco, fondato da papa Sisto IV nel ‘400, e la Chiesa di S. Maria Maggiore. Vale davvero la pena fermarsi un weekend in questa zona, ricca di sentieri e percorsi naturalistici come il Percorso delle Sette Pietre e la Ferrata da poco inaugurata, l’unica della Regione.

Il tratto di volo con partenza da Pietrapertosa è più scenografico, con una vista spettacolare sulla valle e sul borgo di Castelmezzano. L'altro tratto di ritorno, invece, è più adrenalinico con un burrone che compare alla vista dopo pochi metri, facendoti sentire tutto il brivido dell'altezza. La traversata dura circa un minuto e regala tutto il tempo per viversi a pieno questa esperienza.

Il Volo dell'Angelo si può fare in coppia o da soli ma io consiglio di farlo in solitudine, un'esperienza che ti fa vivere l'autentica magia di volare come un uccello, di librarti in aria nel silenzio più assoluto scivolando tra le correnti del vento e i battiti del cuore. Un'emozione che a parole è difficile da descrivere ma che certo regala momenti indimenticabili.

Si prenota sul sito www.volodellangelo.com, dove si trovano tante informazioni per organizzare al meglio l'esperienza.

LE DOLOMITI LUCANE
© RIPRODUZIONE RISERVATA

TAGS

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Il Volo dell' Angelo. Scrivi tu il primo commento su Il Volo dell' Angelo

VACANZATTIVA PORTAL