• Eventi

Dolomiti per i Diritti Umani

Una catena umana attorno alle Tre Cime di Lavaredo, nelle Dolomiti, per promuovere la pace con Amnesty International Italia e l'Ong "Insieme Si Può". Appuntamento il 13 settembre

Redazione

Dolomiti per i Diritti Umani
SOLIDARIETA' TRA LE MONTAGNE

Cent’anni fa erano i mortai da trincea a far sentire il loro ruggito meccanico attorno alle Tre Cime di Lavaredo, il 13 settembre sarà il calore umano di 6000 persone ad abbracciare le Dolomiti, in nome dei diritti umani.

L’iniziativa “Le Dolomiti abbracciano i Diritti Umani”, avrà luogo proprio domenica 13 settembre, alle ore 12, con l’obiettivo di creare una catena umana di oltre 6000 persone per la libertà, la giustizia e la pace intorno alle più note vette delle Dolomiti. Un abbraccio simbolico per ricordare al mondo l’importanza di schierarsi dalla parte delle popolazioni civili intrappolate nei conflitti, dei più deboli, dei dimenticati, delle vittime di tortura e discriminazione, di coloro che sono privati dei diritti più basilari quali il cibo, la salute e l’istruzione.

L’evento è realizzato da Amnesty International Italia - che celebra così il 40esimo anniversario della fondazione - l’Ong “Insieme Si Può…” e Art for Amnesty, in collaborazione con il Comune di Auronzo di Cadore e il Consorzio Turistico “Tre Cime Dolomiti”, e col patrocinio della Camera dei Deputati, della Provincia di Belluno, della Fondazione Dolomiti Unesco e dei Comuni di Dobbiaco e Agordo.

Già nel 2009, in occasione di “Le Dolomiti abbracciano l’Africa”, si creò una immensa catena umana composta da migliaia di persone: famiglie, escursionisti, scalatori e semplici curiosi. Anche quest’anno si incontreranno ai piedi delle maestose Tre Cime di Lavaredo, in silenzio e raccoglimento, persone provenienti da numerosi paesi e culture, opinioni politiche e fedi religiose differenti ma unite da uguali aspirazioni di pace, giustizia e diritti umani: persone che vogliono sentire come proprie le ingiustizie del mondo, e renderlo migliore.

Come raggiungere le Tre Cime?

Per gli escursionisti ci sono diversi sentieri. E’ possibile risalire la Valle della Rienza, direttamente dal Lago di Landro, oppure tramite i tappeti di fiori della Val Fiscalina vicino a Sesto. In alternativa, sempre dalla Val Fiscalina, si passa alla sinistra della Cima Una per poi oltrepassare il rifugio Zsigmondy-Comici a 2.224 metri s.l.m. (l’itinerario dura circa 5 ore).

Altro percorso molto piacevole è quello che parte dalla Val Campo di Dentro e passa per il rifugio Tre Scarperi in località San Candido, a 1.635 metri di altitudine, oppure da Auronzo di Cadore risalendo prima per la Val Marzon e poi per la vecchia strada militare lungo il vallon di Lavaredo.

 

INFO:

www.dolomitidirittiumani.org  
Tel: +39 331.146.71.45

Consorzio Turistico Tre Cime Dolomiti: 0435-99603

SOLIDARIETA' TRA LE MONTAGNE
© RIPRODUZIONE RISERVATA

TAGS

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Dolomiti per i Diritti Umani. Scrivi tu il primo commento su Dolomiti per i Diritti Umani

VACANZATTIVA PORTAL