• Eventi

Stati Generali del Turismo Sostenibile

Presso il Museo ferroviario di Pietrarsa-Portici (NA), il Ministro Dario Franceschini ha promosso un incontro di riflessioni programmatiche su questo settore strategico

Fabrizio Lodi

Stati Generali del Turismo Sostenibile
UN INCONTRO DI IDEE

PIETRARSA (NA) - Semplificare le dinamiche della burocrazia, fare sistema, dialogare, sfruttare al meglio le enormi potenzialità del Belpaese… Sono solo alcune delle parole-chiave emerse nel corso de “Gli Stati Generali del Turismo Sostenibile” svoltosi dall’1 al 3 ottobre presso il suggestivo Museo Nazionale Ferroviario di Petrarsa (NA), alla presenza del Ministro Dario Franceschini.

Una platea di oltre 200 persone, professioniste del settore turistico, ha preso parte all’incontro ‘partecipato’, che si è svolto attraverso l’uso di tavoli di discussione in cui gli ospiti hanno potuto liberamente parlare e proporre soluzioni sui temi presentati.

Questi i temi trattati: I beni culturali come fattore dello sviluppo sostenibile del turismo; Sostenibilità delle destinazioni; New Travel Economy - Come cambia la proposta; Promozione e Territorio; Mobilità e intermodalità; Smart Innovation, le nuove professioni.

Ad ogni tavolo era presente un facilitatore che, oltre a coordinare e orientare la discussione, ha avuto il compito di fare la sintesi dei risultati emersi, che sono stati poi consegnati agli esperti di ciascuna sessione, che a loro volta, nell’ultima giornata, hanno elaborato una sintesi di quanto emerso. Il documento più strutturato sulle azioni future da intraprendere in ambito turistico sarà rielaborato dagli esperti ed acquisito dal Ministero dei Beni Culturali e del Turismo entro l’anno.

UN INCONTRO DI IDEE
PER UN TURISMO DI QUALITA'

Fra i tanti concetti emersi in queste sessioni partecipate, quasi tutti hanno messo in risalto la necessità di semplificare, snellire le farraginose procedure burocratiche che spesso strozzano lo sviluppo del settore. E poi ancora, rendere fruibile il patrimonio diffuso con lo sviluppo di reti connettive e, al riguardo, sviluppare una mobilità (lenta) sostenibile.

Un altro elemento di discussione è stato quello dello squilibrio delle presenze turistiche sul territorio: l’Italia è un ‘museo’ diffuso con 4.500 luoghi d’arte pubblici e privati, di cui il 25% si trova nelle sole regioni del Mezzogiorno. Dal momento che il turismo internazionale continuerà ad aumentare in modo sensibile, dobbiamo essere pronti a governare il fenomeno, altrimenti c’è il rischio di pullman di visitatori che vogliono solo andare negli ipermercati o visitare i centri storici di Venezia, Firenze e Roma, con il paradosso che alcune città d’arte ‘esploderanno’ e nei luoghi del Mezzogiorno, altrettanto belli, andranno soltanto in pochi.

Altri temi analizzati sono stati quelli dell’integrazione dei vari mezzi di trasporto, della necessità di pensare una accoglienza diversa, più autentica meno folkloristica, di come valorizzare le start-up cercando però di selezionare quelle che realmente possono avere un futuro. Insomma di carne al fuoco c’è n’è stata davvero molta…

L’obiettivo finale è quello di moltiplicare l’offerta e avere un turismo di qualità e compatibile, che mescoli le eccellenze artistiche con quelle del paesaggio, enogastronomiche, della moda.

PER UN TURISMO DI QUALITA'
LA CARTA DI PIETRARSA

Arriveremo alla Carta di Pietrarsa sul Turismo Sostenibile entro i primi di dicembre - ha dichiarato il Ministro Franceschini - un documento che farà parte del più vasto aggiornamento del Piano Strategico Nazionale del Turismo, al quale sta lavorando Il Comitato Permanente che ho recentemente reinsediato. L’appuntamento è per i prossimi 7, 8 e 9 aprile 2016 sempre a Pietrarsa, dove questi temi verranno discussi anche con il mondo della cultura, che m’impegno a coinvolgere sin d’ora il più possibile in questa prossima iniziativa”.

 

A tirare un po’ le somme di questo appuntamento, è stata una dei suoi principali artefici, la dott.ssa Ottavia Ricci, consulente esperto per le politiche del Turismo Sostenibile del Ministro del Turismo: “Non vedo ombre o lati negativi in questo incontro, certo si tratta di un primo passo fatto utilizzando un format nuovo, quindi può essere migliorato. Ma stiamo già facendo molto: per esempio, con il progetto “Art Bonus”, stiamo offrendo importanti opportunità per la defiscalizzazione per chi nel settore del turismo fa uso di nuova tecnologia; stiamo poi lavorando sulla digitalizzazione, per avvicinare chi ha le competenze tecnologiche a chi le dovrebbe usare. In generale, vogliamo unire le diverse competenze, come abbiamo tentato di fare qui, con l’obiettivo di riqualificare un settore fondamentale per il nostro Paese”.

In questo contesto, da segnalare che il Ministro Franceschini ha sottoscritto con il Presidente di Coldiretti, Roberto Moncalvo, un protocollo d’intesa per la promozione dell’agriturismo e la valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche nazionali nei luoghi della cultura statali.

LA CARTA DI PIETRARSA
© RIPRODUZIONE RISERVATA

TAGS

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Stati Generali del Turismo Sostenibile. Scrivi tu il primo commento su Stati Generali del Turismo Sostenibile

VACANZATTIVA PORTAL