• Eventi

Turismo attivo, il 1° Salone di Parma

Turismo esperienziale e sport outdoor protagonisti dal 15 al 18 febbraio 2018. Un grande evento dedicato alle nuove tendenze di viaggio attivo, con focus speciali su cicloturismo e golf

Fabrizio Lodi

Turismo attivo, il 1° Salone di Parma
LA CRESCITA DEL TURISMO ESPERIENZIALE

T&O-Turismo e Outdoor, vale a dire la maggiore manifestazione in Italia dedicata al plein air, al turismo attivo e agli sport all’aperto. Si svolgerà dal 15 al 18 febbraio 2018 presso il complesso Fiere di Parma, con 80.000 mq che verranno dedicati alle destinazioni del turismo plein air e ai mezzi per raggiungerle, un’area indoor specifica per il mondo del ciclismo - con un anello di oltre 700 metri, unico in Italia, per provare Mtb ed e-bikes - infine 10.000 mq dedicati al golf, dove verrà allestito un enorme campo pratica indoor.

Vale la pena ricordare che il turismo rappresenta una delle forze trainanti per l'economia del Belpaese, incidendo - con il suo trend in costante crescita - per l'11,1% sul PIL e per il 12,6% sul mercato dell'occupazione. Anche il 2017 lascia ben sperare, grazie ad un tasso di crescita nei primi 6 mesi (+11,8%) superiore a tutti gli altri Paesi dell’Unione Europea.

Al turismo tradizionale si stanno affiancando turismi più esperienziali, capaci cioè di favorire una vera e propria “full immersion” nei luoghi visitati. Il viaggio diventa occasione di conoscenza di tradizioni, culture e di ricerca del benessere fisico. Quello che viene definito appunto turismo attivo.

Tra gli italiani spopolano trekking e hiking ma anche il cicloturismo. Avanza il golf, sempre meno considerato sport “d’élite” (i tesserati sono circa 90.000 di cui oltre 23.000 donne). Parallelamente si afferma un nuovo modo di muoversi, non solo in vacanza, più salutare ed eco-friendly: l’e-bike.

Quella di Parma sarà dunque un’occasione inedita per scegliere la destinazione preferita - dalle montagne ai borghi, dai laghi ai percorsi enogastromici - e al contempo testare i mezzi con i quali vivere l’esperienza del turismo in libertà: camper, caravan, canoa, e-bike...

“T&O-Turismo&Outdoor - spiega Antonio Cellie, Ceo di Fiera di Parma - vuole diventare il punto di riferimento nel panorama italiano per il Turista Attivo alla ricerca di destinazioni sempre più esperienziali e tailor-made. L’appuntamento racchiuderà anche due eventi, Parma Golf Show e il Bike Spring Festival, che saranno i più grandi spazi indoor mai realizzati in Italia per conoscere e testare attrezzature, mezzi ed accessori di queste discipline in cui il nostro Paese, per diverse ragioni, è protagonista".

“Con questa rassegna assecondiamo quei nuovi trend capaci di valorizzare l'immenso patrimonio naturalistico e culturale del nostro Paese, fruibile anche attraverso camper e tende, bike ed e-bike o semplicemente camminando o giocando a golf.
A certificarlo sono, da un lato, l'assegnazione dell'edizione 2022 della prestigiosa Ryder Cup, che si svolgerà a Roma, e dall'altro la crescita a tre cifre del settore della mobilità a pedalata elettrica: nell'ultimo anno, in Italia, sono state infatti acquistate ben 124.400 e-bike, con un incremento del +120% rispetto al 2015”.

LA CRESCITA DEL TURISMO ESPERIENZIALE
EMILIA-ROMAGNA, IL REGNO DEL TURISMO IN LIBERTA’

Di questo nuovo modo di spostarsi, silenzioso e sostenibile, sempre più diffuso, di bici-cammino (nel 2016, secondo Unioncamere, il nostro Paese ha registrato 42 milioni di presenze cicloturistiche, per un impatto economico vicino ai 5 miliardi di euro), l'Emilia-Romagna si conferma tra le regioni più all’avanguardia. Questo grazie ad una rete di percorsi trekking che si estende per 500 km (Alta Via Dei Parchi) e 14 tra cammini e storiche vie dei pellegrini, oltre alle piste ciclabili e ad un selezionato circuito di Bike Hotel.

Sui circa 48 milioni di presenze turistiche registrate negli anni scorsi in Emilia Romagna (quest’anno c’è stato un incremento che lascia prevedere una cifra superiore ai 50 milioni), oltre un terzo del movimento (circa 3 milioni di arrivi e 16 milioni di presenze) è rappresentato da turisti che durante la vacanza svolgono anche attività fisica.

Questa tipologia di turismo si colloca all’interno delle linee strategiche di ENIT per lo sviluppo del comparto. Se, infatti, da una parte favorisce il fenomeno della destagionalizzazione dei flussi, dall’altra il turista attivo sceglie e predilige i luoghi lontani dalle mete turistiche di massa, che in questi anni hanno fatto rilevare problemi di sostenibilità ambientale e sociale.

Il turismo in libertà trae certamente linfa vitale da camper e caravan. Il 2016 ha visto la ripartenza definitiva del comparto: nei primi dieci mesi del 2017 il settore autocaravan è cresciuto a doppia cifra (+18,5% in rapporto allo stesso periodo del 2016).

INFO: www.teofestival.it

EMILIA-ROMAGNA, IL REGNO DEL TURISMO IN LIBERTA’
© RIPRODUZIONE RISERVATA

TAGS

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Turismo attivo, il 1° Salone di Parma . Scrivi tu il primo commento su Turismo attivo, il 1° Salone di Parma

VACANZATTIVA PORTAL

LE FIRME