• Eventi

Un turismo sempre più “social”

Le nuove frontiere del web marketing al TTG Incontri di Rimini. Dibattito aperto sul potere dei social media e del marketing territoriale nelle moderne strategie comunicative di settore

Alessandro Masi

Un turismo sempre più “social”
LE STRATEGIE DEL WEB MARKETING

Nelle giornate dell'8-9-10 ottobre, si è svolto a Rimini il “TTG Incontri”, annuale appuntamento fieristico riservato al mondo del turismo B2B e principale evento italiano del settore.

Una tre giorni che ha offerto alle imprese del turismo la possibilità di attivare nuovi accordi commerciali, fare networking, confrontarsi sul presente e gli orizzonti futuri. Tra le numerose e diverse tematiche affrontate nei diversi incontri, l'utilizzo dei social media quale strumento di web marketing e l'importanza del marketing territoriale nella definizione di strategie comunicative integrate.

 

Il primo incontro, intitolato “Social Media Marketing: nuove piattaforme paid social. Opportunità e strategie per il retail del settore travel”, ha messo in evidenza come la fine del turismo di massa - e il contemporaneo emergere di un nuovo tipo di turismo fatto di passioni, sport, enogastronomia e cultura - implichi, per gli operatori del settore, la necessità di raggiungere un'utenza differenziata.

Ivan Gambaccini, relatore dell'incontro, ha sottolineato come gli strumenti forniti dal Social Media Marketing possano aiutare gli operatori nel definire un'offerta targetizzata e di qualità, costante e dinamica allo stesso tempo, secondo l'essenza del “qui e ora” tipica della comunicazione social. La possibilità di interagire direttamente e in modo personalizzato con ogni singolo utente anima ogni comunicazione digitale, a partire da quella che avviene sui “generalisti” Facebook, You Tube, Instagram, Pinterest e Google+.

Una presenza costante su tali piattaforme permette di verificare e pianificare la propria presenza a fronte dei frequenti cambiamenti, soprattutto per ciò che riguarda Facebook, degli algoritmi che generano i news feed. Poiché la visibilità delle notizie è oggi direttamente proporzionale alla quantità e alla qualità della relazione tra gli utenti, il semplice aumento del numero dei fan della propria pagina non può più costituire l'unico obiettivo per un brand. L'aumento dei fan non implica automaticamente, infatti, un maggiore successo commerciale. E se da una parte l'annuncio sponsorizzato permetterà di rendere i post visibili a tutti, dall'altra un uso intelligente della propria pagina - mediante mirate Call to Action che aumentano le conversioni sul sito - aiuterà a definire una strategia efficace anche senza costosi investimenti.

LE STRATEGIE DEL WEB MARKETING
SOCIAL E NARRATIVITA'

Parte attiva nella definizione di una strategia integrata, nonché discriminante nel determinare il successo o meno sul web, una buona narrazione. Perno di una comunicazione di qualità che non deve scadere nell'autoreferenzialità, ma essere funzionale nel parlare all'utente attivandone idee e azioni immediate.

Intorno a questi princìpi si è sviluppato il dibattito dal titolo “Marketing Territoriale: L’accoglienza è un racconto. Contenuti che trasformano il viaggio in esperienza” che ha visto gli interventi di Andrea Pollarini, docente Iulm, ed Eugenio Angelino, Ceo di Adria Congrex.

Raccontare una storia e inserirla in un contesto - il territorio appunto - significa dare vita ad una comunicazione all'altezza dei tempi e del turismo di oggi. Turismo che si muove non tanto per conoscere, ma per riconoscersi. E in tal senso, oltre alla narrazione, la chiave per ottenere buoni risultati è rappresentata da un alto livello di narratività, ovvero la coerenza tra il contenuto (quindi l'offerta) e il linguaggio utilizzato nel proporlo. Un rapporto virtuoso tra narrazione e narratività diviene vettore di credibilità e contribuisce ad aumentare la brand reputation.

Identificazione, riconoscimento, conversazione e viralità sono gli elementi caratterizzanti le nuove strategie di marketing digitale. Legati a filo diretto con il principio dell'accoglienza, vera e propria leva nella definizione di un efficace piano di marketing territoriale che tiene insieme e valorizza le differenze derivanti dal marketing di prodotto. E al quale si devono unire esperienza, relazioni e memoria: chi viaggia cerca sempre un surplus di emozioni, conoscenze e ricordi.

Per un'industria turistica che assomiglia sempre di più a quella dell'entertainment, questi nuovi strumenti possono contribuire a connettere positivamente esigenze commerciali e sogni del cliente. Invertire lo sguardo, volgendolo al turista, rappresenta il punto di partenza.

SOCIAL E NARRATIVITA'
© RIPRODUZIONE RISERVATA

TAGS

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Un turismo sempre più “social”. Scrivi tu il primo commento su Un turismo sempre più “social”

VACANZATTIVA PORTAL