• I Cammini sacri

Il Cammino Minerario di Santa Barbara

A piedi o in Mtb fra archeologia, luoghi di culto e antiche vie romane. Nel sud-ovest della Sardegna una serie di percorsi portano a conoscere miniere abbandonate, chiese e ferrovie

Fabrizio Lodi

Il Cammino Minerario di Santa Barbara
IN SARDEGNA, TRA ANTICHE MINIERE

A piedi o in mountain bike, per chi è un appassionato di cammini questa è una esperienza da fare. Stiamo parlando del Cammino Minerario di Santa Barbara in Sardegna.

Siamo all’estremo sud-ovest dell’isola, sugli antichi sentieri storici delle miniere che raggiungono il mare. Si tratta di un itinerario storico, culturale, ambientale e religioso dedicato a Santa Barbara, Patrona dei minatori, che si sviluppa per circa 250 chilometri lungo gli antichi percorsi minerari che attraversano i luoghi di culto e le chiese dedicate alla Santa nel bacino minerario dismesso del Sulcis-Iglesiente e Guspinese, che include il 65% del Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna riconosciuto dall’Unesco.

Attraversare i luoghi di culto dedicati a Santa Barbara significa scoprire gli antichi sentieri percorsi dai minatori per recarsi al lavoro, le vecchie mulattiere e le ferrovie realizzate per il trasporto dei minerali grezzi e mercantili.

La Sardegna mineraria rappresenta la memoria collettiva di un popolo che è cresciuto e ha sofferto con i suoi giacimenti. Un territorio plasmato dalle infrastrutture per l’estrazione, una devozione ineluttabile alla Santa patrona dei minatori. Dove un tempo passavano sciami di lavoratori anneriti, pronti a scomparire nell’oscurità delle gallerie sotterranee, ora non si incontrano che turisti e guide appassionate. Vecchie mulattiere, carrarecce e ferrovie vivono una fase di riconversione, da provare.

IN SARDEGNA, TRA ANTICHE MINIERE
UN PERCORSO... EUROPEO

Il percorso - candidato all’Italian Green Road Award - inizia nella città mineraria di Iglesias, passa per il sistema dunale di Piscinas, attraverso villaggi minerari dimenticati, siti sotterranei di archeologia industriale e numerosi luoghi di culto dedicati a Santa Barbara, per poi tornare al punto di partenza dopo 24 tappe a piedi o una settimana di bike tour per i ciclisti.

Con una pendenza media del 6%, e picchi del 10-15% per brevi tratti, lungo il cammino sono presenti punti di ristoro, servizi, visite guidate ai siti sotterranei su prenotazione.

Il percorso non è ben segnalato e in alcuni tratti non perfettamente tracciato, perciò si consiglia di munirsi di una guida o di affiancare un appassionato che conosca bene il territorio.

L’Associazione culturale Pozzo Sella lavora da sei anni per fare del Cammino Minerario di Santa Barbara un importante itinerario europeo.
L’obiettivo primario è quello di inserirlo tra gli Itinerari Culturali Europei istituiti dal Consiglio d’Europa, con lo scopo di dare avvio alla creazione, anche nei restanti vecchi bacini minerari europei, di una rete di cammini minerari del Vecchio Continente dedicati alla comune patrona dei minatori con la loro messa in rete.

INFO: Associazione culturale Pozzo Sella

UN PERCORSO... EUROPEO
© RIPRODUZIONE RISERVATA

TAGS

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Il Cammino Minerario di Santa Barbara. Scrivi tu il primo commento su Il Cammino Minerario di Santa Barbara

VACANZATTIVA PORTAL