• Ciaspole

Scenari incantati sul Monte Tavola

Una facile escursione con le ciaspole ai piedi nell’Appennino tosco-emiliano, attraversando boschi silenziosi e paesaggi incontaminati, dove ritrovare un contatto profondo con la natura

Cristina Pasin

Scenari incantati sul Monte Tavola
CIASPOLARE SULL'APPENNINO TOSCO-EMILIANO

Le ciaspole le ho scoperte abbastanza tardi ma da quando ho provato l'esperienza di camminare in silenzio tra i boschi, calpestando la neve fresca ancora immacolata, mi sono assolutamente appassionata, tanto da preferirle allo sci o allo snowboard.

Una delle più belle ciaspolate che ho fatto negli ultimi anni è stata nella zona del Bosco di Corniglio, sull'Appennino tosco-emiliano. A un'ora circa da Parma e da La Spezia si trova il rifugio Lagdei, una bella baita situata a circa 1.200 metri d'altezza, punto di partenza ideale per esplorare queste montagne con le ciaspole ai piedi.

Nonostante la quota sia relativamente bassa, quest'area d'inverno è quasi sempre innevata e offre a chi la attraversa paesaggi di inaspettata bellezza, soprattutto perché poco battuti. Il rifugio, oltre a fornire ospitalità e ristoro, rappresenta uno dei centri-visita del Parco e offre la possibilità di organizzare escursioni sia d'estate che d'inverno. Come il percorso verso il Monte Tavola.

CIASPOLARE SULL'APPENNINO TOSCO-EMILIANO
VERSO IL MONTE TAVOLA, SU NEVE INCONTAMINATA

L'escursione è facile e prevede solo 250 metri di dislivello. Uno degli aspetti più interessanti delle ciaspolate è che sono un'attività invernale alla portata di tutti: non servono lezioni particolari, basta capire il loro funzionamento, trovare il ritmo e lasciarsi andare osservando la meraviglia intorno a sé: alberi che brillano bianchi al sole, distese di neve ancora mai toccata da nessuno, cime solitarie dove ritrovare un contatto profondo con la natura.

Dopo un primo tratto nel bosco, si percorre un fianco della montagna fino a raggiungere la cime del Monte Tavola, una lunga distesa bianca che offre alla vista un paesaggio quasi lunare. Il percorso dura all'incirca tre ore e fa ritorno al rifugio Lagdei.
Da qui si può intraprendere anche un altro percorso immerso nel bosco che conduce fino al Lago Santo parmense, più faticoso perché la salita si fa ripida, ma ricco di soddisfazioni perché quando si giunge nei pressi del lago, una distesa bianca brillante, ci si può riscaldare nel caldo e accogliente rifugio Mariotti, che offre sistemazione e ristoro. Anche questo rifugio organizza escursioni, oppure da qui si può prendere la seggiovia e raggiungere alcune piste per la discesa e lo sci nordico.

La prossima esperienza da provare? Una ciaspolata notturna al chiaro di luna!
Controllate il calendario: www.rifugiolagdei.it

VERSO IL MONTE TAVOLA, SU NEVE INCONTAMINATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA

TAGS

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Scenari incantati sul Monte Tavola. Scrivi tu il primo commento su Scenari incantati sul Monte Tavola

VACANZATTIVA PORTAL