• Eventi

Friuli: slalom tra i presepi

Feste natalizie in Carnia, tra mercatini, grandi tradizioni e paesini innevati. Un calendario zeppo di eventi ed escursioni, settimane bianche sulle Dolomiti e tariffe speciali

Redazione

Friuli: slalom tra i presepi
Un Natale da fiaba sulla neve delle Dolomiti friulane

Cercate un Natale da favola? Allora pensate a un villaggio innevato, tra le montagne, con i profumi di vin brulé e le caldarroste, le voci e le musiche di un mercatino artigianale. Insomma, un Natale da cartolina. Dove? Per esempio, sulle Dolomiti Friulane che si vestono a festa e sfoggiano tradizioni amate e popolari, per un viaggio che unisce storia, divertimento e atmosfere famigliari.

 

Per avere un’idea, ci sono due piccoli paesi, Poffabro e Andreis che - con la partecipazione di tutta la loro gente - celebrano l’albero di Natale e il presepe.

Una sessantina di abeti decorati con addobbi originali, fatti a mano, illuminano fino al 6 gennaio Andreis, villaggio da fiaba nel cuore del Parco delle Dolomiti Friulane. Per mesi gli abitanti hanno lavorato insieme alle decorazioni usando i prodotti naturali della montagna (legno, muschio, pigne, sassi), materiale di riciclo o, ancora, lana, carta, stoffa. Materie prime povere, che con creatività e divertimento hanno tramutato in addobbi insoliti e fantasiosi. Gli abeti di sera illuminano un suggestivo itinerario che porta i visitatori tra le viuzze, i cortili e le case fatte di pietra e legno. Una visita che porta indietro nel tempo e fa gustare il piacere del dono artigianale e i dolci della tradizione. (info: www.comune.andreis.pn.it/).

 

Fino al 18 gennaio, invece, decine di presepi trasformano Poffabro, uno dei “Borghi più belli d’Italia”, in un fiabesco museo all’aperto. Arrivano da artisti e appassionati di tradizioni popolari, famiglie e associazioni del paese. Ci sono le classiche statuine in porcellana, gesso e legno, quelle fantasiose in vetro e stoffe o in rame battuto e lana. Ci sono presepi fatti di cioccolato e dolci, altri che riproducono la vita di questo borgo di montagna, con scenografie che raccontano in scala le piazze, le vie e le case. Il tutto lungo le stradine, tra musiche natalizie e candele, che ogni anno incantano migliaia di visitatori (info: www.comune.frisanco.pn.it/).

 

Molti altri eventi e mercatini animano la montagna e la pedemontana pordenonese fino all’Epifania. Fra gli altri, occhio alla manifestazione “Magia di un borgo antico” in calendario a Polcenigo fino al 6 gennaio. La cittadina si anima con oltre 100 presepi artistici e a collezione, a volte dotati di sofisticati meccanismi, presentati nelle vie centrali del paese come occasione di scoperta degli altri tesori artistici (http://www.prolocopolcenigo.com/). Una “Rassegna di presepi” si tiene anche a Toppo di Travesio, Barcis invece sfoggia un animato Mercatino di Natale, con bancarelle nelle strade del paese e sul lungolago (http://www.barcis.fvg.it/). Calendario ricco di eventi anche ad Aviano e Piancavallo dove si festeggia con divertenti fiaccolate sugli sci.

 

A Sutrio, il paese degli artigiani del legno che si allunga ai piedi dello Zoncolan (la montagna più dura d’Europa per i ciclisti salitomani) si possono ammirare decine di presepi nei cortili delle case più antiche e belle, oltre che lungo le strade del centro, in una sorta di percorso sacro incorniciato da grandi alberi di Natale, in legno da riciclo.

I presepi esposti sono non soltanto degli artigiani di Sutrio e di altri paesi della Carnia ma anche di altre regioni italiane (come l’Alto Adige) e straniere (Slovenia, Carinzia, Germania...). Assolutamente da non perdere il Presepio di Teno, un'opera realizzata in 30 anni di lavoro da Gaudenzio Straulino (1905-1988), maestro artigiano di Sutrio. Riproduce in miniatura gli usi e i costumi tradizionali del paese, animato con ingranaggi meccanici: uno straordinario spaccato etnografico sulle tradizioni, la vita, i lavori, le usanze della montagna carnica.

Speciali anche le proposte di soggiorno. Per esempio, con 220 euro si ha un pacchetto di tre notti in hotel in camera doppia, con la mezza pensione, visita con assaggio al caseificio Alto But per degustare formaggi e ricotte affumicate, visita guidata a una fattoria, escursioni e visite guidate.

Per vivere appieno l’atmosfera natalizia, c’è anche la proposta di un soggiorno a Borgo Soandri, l’albergo diffuso con mini appartamenti (arredati di tutto punto) ricavati dalla ristrutturazione di case del paese (tre pernottamenti in camera doppia con prima colazione e cena costano 159 euro). Per un Natale attento alle tradizioni ma anche alle tasche…

 

INFO

http://www.dolomitifriulane.info/

Un Natale da fiaba sulla neve delle Dolomiti friulane
© RIPRODUZIONE RISERVATA

TAGS

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Friuli: slalom tra i presepi. Scrivi tu il primo commento su Friuli: slalom tra i presepi

VACANZATTIVA PORTAL