• Bici strada

Mobilità ciclistica: ora è Legge Nazionale!

Approvata la 1ª Legge Quadro sulla mobilità ciclistica: al via un programma nazionale per favorire l'uso delle due ruote. Alle regioni 14,8 mln per mettere in sicurezza i percorsi ciclabili

Redazione

Mobilità ciclistica: ora è Legge Nazionale!
SVOLTA STORICA

Il 2018 sarà l’anno in cui, per la prima volta, il Belpaese avrà una legge che assegna allo Stato e al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti il compito di sviluppare la mobilità in bicicletta. Si tratta della legge Decaro/Gandolfi, approvata al fotofinish prima della chiusura della Legislatura.

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, ha commentato: “La mobilità ciclistica è una priorità per le città. Oggi è legge. La Cenerentola della mobilità, la bicicletta, assume pari dignità in città, in periferia e nei percorsi turistici rispetto agli altri mezzi e guida il cambiamento verso la mobilità dolce e alternativa. Uno scatto culturale, e nella pianificazione delle opere, per il quale il nostro Paese è pronto”.

STANZIATI 14,8 MILIONI PER LA CICLABILITA’

E appena la legge è stata approvata, è stato firmato il decreto sempre da Delrio che ha assegnato alle Regioni 14,8 milioni per creare o mettere in sicurezza 70 piste ciclabili e percorsi.

Le amministrazioni locali con questi soldi potranno finanziare interventi che prevedono la realizzazione di piste ciclabili, attraversamenti mediante sovrappassi o sottopassi destinati a ciclisti, attraversamenti semaforizzati, la messa in sicurezza di percorsi ciclabili, la creazione di una rete di percorsi ciclabili protetti o con esclusione del traffico motorizzato dalla sede stradale.

IL SISTEMA DELLE CICLOVIE TURISTICHE

Questo passo avanti nello sviluppo della mobilità ciclistica fa seguito all’approvazione, avvenuta due anni fa, del Sistema nazionale delle ciclovie turistiche, grazie all’impegno del Ministero per le Infrastrutture e i Trasporti e del Mibact.

Un sistema che al momento comprende 10 itinerari, per oltre 3000 chilometri di piste, tra cui VenTo (Torino-Venezia lungo l'asse del Po) e il GRAB (la tangenziale ciclistica intorno Roma).

 

SVOLTA STORICA
© RIPRODUZIONE RISERVATA

TAGS

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su Mobilità ciclistica: ora è Legge Nazionale!. Scrivi tu il primo commento su Mobilità ciclistica: ora è Legge Nazionale!

VACANZATTIVA PORTAL

LE FIRME