• Cicloturismo

La Ciclovia dei Borboni

Dall'Adriatico al Tirreno, da Bari a Napoli, pedalando tra le bellezze naturali e artistiche dei luoghi un tempo sotto il potere dell'importante dinastia reale. Un tuffo nella tradizione del Sud Italia

Redazione

La Ciclovia dei Borboni
IN BICICLETTA...NEL REGNO BORBONICO

Da Bari a Napoli, dall’Adriatico al Tirreno, pedalando lungo un emozionante coast-to-coast tra le meraviglie dell’antico Regno delle Due Sicilie. La Ciclovia dei Borboni è un percorso che il cicloturista non deve perdersi: 342 Km da affrontare in diverse tappe tra paesaggi naturali che trasudano storia e tradizioni, scoprendo le tipiche località del Mezzogiorno italiano e le peculiarità di luoghi un tempo sotto il potere dalla dinastia dei Borboni.

Ideato dalla Fiab e ufficialmente inaugurato nel 2010, l’itinerario complessivo si snoda sinuoso fra tre regioni, Puglia, Basilicata e Campania.
Il percorso parte da Bari e attraversa il Parco Nazionale dell'Alta Murgia in territorio pugliese, scoprendo alcuni luoghi cari a Federico II (tra cui Castel del Monte). Si prosegue quindi nel Vulture e nella valle dell’Ofanto in Basilicata, toccando storiche località come Venosa, Melfi e Atella. In Campania si attraversa l’Irpinia, da Sant’Andrea di Conza fino ad Avellino e quindi Nola. Pedalando ai piedi del Vesuvio, si punta infine diritti a Napoli, la “capitale” del Regno Borbonico.

Pedalare sulla Ciclovia dei Borboni non presenta difficoltà estreme ma i saliscendi non mancano e il dislivello è discreto. La ciclabilità è però totale: il tracciato si sviluppa interamente su strade asfaltate aperte al traffico, ma pur sempre strade piacevoli, a basso traffico motorizzato (tranne nei centri abitati), con pendenze mai eccessive e paesaggi suggestivi come sfondo.

Il tratto pugliese presenta un fitto reticolo di strade secondarie asfaltate, come strade rurali o comunali, spesso in buono stato, a basso flusso di traffico e ricco di aspetti rappresentativi della storia e del paesaggio della regione.
In Basilicata e in Irpinia, invece, le strade secondarie, quando presenti, sono per lo più inadatte ai lunghi percorsi in bicicletta a causa della montuosità del territorio; essendoci però minore densità di traffico, si percorrono in relativa sicurezza le strade provinciali e le statali.
Il tratto finale che conduce a Napoli si svolge sull'antica Via Regia delle Puglie, lungo la quale si possono percorrere due tratti significativi di pista ciclabile in sede propria.

L'itinerario complessivo è diviso in brevi tappe, modulari, che possono essere combinate dai cicloturisti che intendono affrontare una maggior percorrenza giornaliera. Volendo, c’è anche un’interessante variante nella prima parte del percorso che consente di fare tappa a Matera, la celebre Città dei Sassi. In pratica, seguendo questa variante, si aggiungono circa 150 km all’itinerario complessivo.

<<< GUARDA L'INTERO PERCORSO MULTITAPPA SU VACANZATTIVA.COM >>>

IN BICICLETTA...NEL REGNO BORBONICO
© RIPRODUZIONE RISERVATA

TAGS

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO



Non sono stati scritti ancora commenti su La Ciclovia dei Borboni. Scrivi tu il primo commento su La Ciclovia dei Borboni

VACANZATTIVA PORTAL

LE FIRME